Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

                         

                        

 

Unità Operativa Autonoma "Protezione Civile"

All'interno del Sistema di Protezione civile le Regioni rivestono un ruolo di programmazione, indirizzo e controllo attraverso il coordinamento delle componenti dei sistemi regionali. In Calabria con DDG 299 dell’11 agosto 2015 è stata istituita, presso il Dipartimento Presidenza, l'Unità Organizzativa Autonoma (U.O.A.) “Protezione Civile”, la cui attività, in linea con le direttive governative e con il Dipartimento nazionale di Protezione civile, si svolge secondo le tre fasi della prevenzione, della previsione e dell'emergenza con il soccorso alle popolazioni colpite.

I compiti previsti dalla Legge Regionale di Protezione Civile (L. R. n. 4 del 10 febbraio 1997 “Legge Organica di Protezione Civile della Regione Calabria”) sono quelli di:

  • Programmare e gestire le attività di Previsione e prevenzione dei rischi
  • Programmare e gestire le attività di soccorso per le emergenza di competenza;
  • Gestire le attività di competenza per il ritorno alle normali condizioni di vita dopo un eventuale evento calamitoso;
  • Promuovere e coordinare il Volontariato di Protezione civile
  • Operare per la diffusione di una cultura di Protezione civile.

In particolare:

  • le attività di previsione hanno lo scopo di determinare le cause dei fenomeni calamitosi, individuare i rischi ed il territorio, le persone ed i beni esposti ai rischi individuati. Sono attività di previsione ad esempio l'indivividuazione delle aree a rischio frana (a), di alluvione (b) o l'emanazione delle allerta meteo (c);

                            a                                                    b                                           c

  • le attività di prevenzione sono volte ad eliminare o ridurre al minimo la possibilità che si verifichino danni in seguito al verificarsi di un evento calamitoso. Fanno parte delle attività di prevenzione la pulizia dei corsi d'acqua (a), le esercitazioni di protezione civile (b) e la divulgazione di una cultura di protezione civile (c);

                          a                                                      b                                           c

  • le attività di soccorso sono rappresentate dagli interventi diretti ad assicurare alla popolazione colpita ogni forma di prima assistenza;

 

  • le attività volte al ripristino della normalità mediante la rimozione di tutti gli ostacoli alla ripresa delle normali attività precedenti all’evento.

La Protezione civile regionale dispone di una Sala operativa in funzione 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno in grado di allertare in tempo reale tutte le forze e le strutture che devono intervenire in caso di alluvioni, terremoti, grandi nevicate o altre situazioni di pericolo legate a particolari condizioni atmosferiche.

Sono presenti, inoltre, le Sale Operative Provinciali che rappresentano sedi tecniche dislocate sul territorio con il compito di raccolta notizie, comando, coordinamento, comunicazione, controllo e monitoraggio ai fini dell'attività di Protezione Civile di competenza della Regione.

La Protezione civile regionale si avvale anche della fitta rete di associazioni di volontariato che operano in questo settore e che sono iscritte nel Albo Regionale del Volontariato di Protezione Civile.

Accesso Utenti

   

Contatore Visite

Visite agli articoli
718995

Visitatori online

Abbiamo 68 visitatori e nessun utente online

.