Giovedì, 23 Novembre, 2017

E' stato pubblicato il programma del primo “Corso base per il concorso nelle ricerche di persone disperse in ambiente impervio e/o montano” organizzato dalla Protezione Civile regionale con il Soccorso Alpino della Calabria. Innanzitutto, grazie a tutte le Associazioni di volontariato per l’interesse mostrato che ha portato all’adesione al corso, in pochi giorni, di 49 Associazioni di volontariato e alla candidatura di oltre 400 volontari. Occorre precisare che la natura particolare del Corso non permette la partecipazione di oltre 40 – 45 volontari alle attività formative visto che, oltre alla parte teorica è prevista una simulazione di ricerca nel bosco. Tale considerazione ha comportato, naturalmente, alcune difficoltà organizzative che hanno comportato una rivisitazione del programma originario. La prima novità è che al fine di garantire la partecipazione alle diverse realtà territoriali si è deciso di replicare il Corso nell’area dell’Aspromonte (per le Associazioni del reggino e del Vibonese), del Pollino (per le Associazioni dell’alto Cosentino) e nuovamente in Sila per le Associazioni non rientrate nel Corso di Lorica. Le sedi e le date sono in via di definizione con il Soccorso Alpino Calabria e saranno comunicate alle Associazioni al più presto, il mese previsto è, comunque, quello di gennaio. Per lo stesso motivo si è deciso di far partecipare le Associazioni aderenti con massimo 5 volontari, così da poter comunque comporre una squadra, altri volontari potranno essere formati nelle prossime edizioni del Corso.

Naturalmente l’individuazione delle Associazioni nelle diverse sedi è avvenuta utilizzando il criterio geografico e di data di arrivo dell’adesione.

Inoltre, al fine di venire incontro alle Associazioni costrette ad affrontare anche notevoli distanze per raggiungere la sede del Corso si è deciso, nonostante la difficoltà legate alla esiguità dei fondi disponibili, di riconoscere i benefici dell’articolo 10 del DPR 194/2001, limitatamente al ristoro delle spese sostenute (e quindi certificate) di carburante e vitto nei limiti previsti dalla normativa.

Infine una precisazione per chi, pochi a dire il vero, coglie anche queste occasioni di incontro e confronto, oltre che di formazione, per aprire discussioni e sterili polemiche legate al fatto di non essere state avvisate del Corso. Vorrei ricordare a tutti che è finito già da un pezzo il periodo in cui alle iniziative si aderiva per “amicizia” o “vicinanza” e con “telefonate personali”. Tutte le iniziative promosse dalla Protezione Civile regionale, e tra queste anche quelle legate al Volontariato, sono portate avanti nella massima trasparenza. Nel caso specifico dei corsi tutto è stato pubblicato sul sito internet www.protezionecivilecalabria.it , sulla pagina Facebook ufficiale e sul Gruppo “Volontariato protezione civile Calabria” al quale invito tutte le Associazioni ad iscriversi. Sarebbe impensabile telefonare ad ogni singola associazione per ogni iniziativa che si intraprende. Invece sarebbe opportuno una partecipazione attiva delle Associazioni al Sistema di Protezione non solo in emergenza ma costante, anche con la consultazione del sito internet e degli altri canali di comunicazione ufficiale per “stare sempre sul pezzo”.

Tra qualche giorno sarà pubblicato l’Avviso per le adesioni al “Corso di guida in fuoristrada” ed al Corso sul nuovo Sistema di Allertamento regionale per il Rischio Meteo-idrogeologico e idraulico in Calabria.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s